fbpx

Come pulire la caldaia? I passaggi eseguiti dal tecnico

Lug 8, 2019 | Manutenzione

Pulizia caldaia: la manutenzione annuale caldaia è fondamentale per garantire il suo corretto funzionamento ed evitare problemi di diversa natura.

La caldaia è uno tra i sistemi più importanti in un’abitazione poiché permette di: riscaldare gli ambienti, cucinare e avere acqua calda. La caldaia deve essere pulita una volta ogni anno obbligatoriamente da tecnici specializzati, e rientra nell’ambito della manutenzione ordinaria.

Per la manutenzione della caldaia è bene organizzarsi nel periodo primaverile ed estivo in modo da affrontare l’inverno senza il rischio di guasti. Vediamo come pulire la caldaia, quando deve essere fatta e a chi compete.

pulizia caldaia

Come pulire la caldaia?

In materia pulizia caldaie, per prima cosa vi sconsigliamo fortemente il fai da te, quando è giunta l’ora di pulire la caldaia è bene contattare dei tecnici autorizzati al fine di evitare rischi alla salute e danneggiamenti dell’apparecchio.

Ecco i passaggi eseguiti dal tecnico per una perfetta pulizia della caldaia

  1.  Spegnere la caldaia: primo passo è quello di mettere in sicurezza l’ambiente, staccando per prima cosa la manopola di accensione e di regolazione della fiamma. In questo modo è possibile sganciare il pannello frontale ed avere la visuale libera di tutti i componenti;
  2.  Pulire il radiatore: si trova nella parte superiore della caldaia, il tecnico procederà ad aspirare, soffiare con il compressore e spazzolare bene per eliminare ogni residuo di pulviscolo;
  3. Pulire bruciatore caldaia: anche qui, aspirando, soffiando e spazzolando viene pulita la sezione. Una volta aver lucidato gli elettrodi di accensione e i diffusori del gas, si soffia negli ugelli;
  4. Soffiare nei tubi: nella parte in alto si staccano i tubicini di plastica e si soffia nei fori con il compressore ed infine si cerca di oleare bene la ventola;
  5. Pulizia scambiatore caldaia: vengono soffiati i fori e si pulisce con l’anticalcare per evitare che si otturi ed impedisca la fuoriuscita di acqua calda.

Al termine del processo di pulizia della caldaia è bene effettuare lo “spurgo” dei termosifoni per togliere residui di aria, acqua e scorie. Può essere un bene controllare anche la batteria che serve per la conservazione dei dati almeno ogni due anni.

Pulizia scambiatore caldaia

La pulizia della caldaia aumenta le prestazione e ottimizza i costi del riscaldamento. Quando lo scambiatore è sporco, o otturato dal calcare, viene compromesso lo scambio di calore.

I primi sintomi dello scambiatore otturato si hanno quando l’acqua sanitaria calda fatica ad arrivare, nonostante siano impostati il massimo dei gradi centigradi sul display dell’apparecchio.

Nei casi più gravi si ha una riduzione della portata d’acqua nel rubinetto. In questi casi lo scambiatore è totalmente ostruito ed occorre chiamare subito un tecnico.

quando si fa la pulizia della caldaia?

La pulizia della caldaia è obbligatoria ed è regolata da una normativa il Dpr 74/2013. Tutti i cittadini in possesso di una caldaia devono effettuare periodicamente la pulizia, la revisione e la manutenzione dell’impianto termico.

Quando si fa la pulizia della caldaia? In sintesi è l’azienda produttrice ad indicare la periodicità della manutenzione, generalmente il consiglio è una volta all’anno. Se non vengono fornite informazioni specifiche  si seguono le indicazioni riportate all’interno del nuovo libretto d’impianto. In questo documento possono essere visionate molte informazioni utili circa i controlli che devono essere effettuati e la pulizia della caldaia.

La manutenzione della combustione (ovvero il controllo fumi caldaia) viene eseguito ogni due anni.

pulizia caldaia

La pulizia della caldaia a chi spetta?

Come per le spese di manutenzione ordinaria, anche quelle relative alla pulizia spettano all’inquilino, chi vive nella casa, nel caso di contratto di affitto spetta all’affittuario.

Stessa cosa vale per i costi di accensione e spegnimento. Il costo della pulizia caldaia è variabile in base al produttore e alla regione, in genere si aggirano dai 60 ai 100 €. Se oltre le attività di revisione, manutenzione della caldaia e controllo dei fumi si applica anche la certificazione finale con il Bollino blu, i costi possono variare anche dai 150 a 200€.

Come pulire una caldaia a condensazione?

La caldaia a condensazione è una particolare tipologia di caldaia che permette un elevato risparmio energetico. Le caldaie a condensazione richiedono una pulizia almeno annuale, mentre per il controllo dei fumi si può procedere ogni due anni.

Queste accortezze permettono di mantenere la caldaia in condizioni ottimali nel tempo, il che significa mantenere stabili le funzionalità e ridurre i problemi causati. Ti occorre una pulizia caldaia a Vicenza? Richiedi un sopralluogo!

Contattaci

Contattaci senza impegno

Qualsiasi sia la tua esigenza contattaci senza impegno. Sopralluoghi e preventivi sono gratuiti.