fbpx

Come pulire il condizionatore interno ed esterno?

Giu 16, 2021 | Condizionatori

Vi sveliamo alcuni trucchi e consigli su come pulire il condizionatore totalmente sia nella parte interna che esterna.

Abbiamo già parlato in precedenza di come pulire i filtri del condizionatore, ora capiamo bene come pulire il condizionatore in generale: macchina interna, motore esterno, tubo di scarico, ecc

Nello specifico dello split del condizionatore la pulizia vera e propria passa attraverso 2 fasi:

  • pulizia dei filtri e detersione della parte interna;
  • sanificazione.

Ricordiamo, come sempre, che una manutenzione dell’intero impianto di climatizzazione e una pulizia profonda con l’igienizzazione deve essere fatta regolarmente.

In molti ambienti, specialmente nel periodo estivo, l’utilizzo del condizionatore è indispensabile. La sua manutenzione permette di tutelare la salute delle persone che vivono a contatto con esso ed anche se è un’operazione semplice deve essere fatta da mani esperte. Soprattutto se il climatizzatore è alimentato dai gas R32, è necessario l’intervento di un professionista.

come pulire il condizionatore

Come pulire il condizionatore?

La prima cosa necessaria da fare è quella di rimuovere il pannello frontale dello split, che verrà opportunamente pulito dalla polvere e residui. 

Si può accedere per prima cosa ai filtri che verranno puliti, sanificati o sostituiti, qualora non eseguissero più al meglio il loro compito.

Tolti i filtri, attraverso le apposite viti e incastri, è possibile accedere alla parte più interna dello split per la pulizia.

È un’operazione molto complessa e delicata in quanto la parte interna è molto tagliente, in più bisogna stare attenti a non intaccare la scheda elettronica.

Una volta pulita la batteria si passa alla parte più bassa, quella dietro alle alette, dove si trova la ventola tangenziale, soggetta anch’essa alla sedimentazione di polvere e sporcizia.

Prima di sanificare l’apparecchio si deve eseguire un’accurata pulizia di tutta la superficie con un apposito detergente. Ogni prodotto per la pulizia ha un proprio tempo di posa che consente di pulire a fondo il dispositivo. Questi prodotti sono nocivi se entrano a contatto con pelle e occhi e se vengono inalati. Terminata l’attesa si rimuove il prodotto pulente attraverso un flusso nebulizzato di acqua.

Ma non è finita qui, questo passaggio permette di eliminare lo sporco e le incrostazioni. L’acqua e il detergente confluiscono nella parte bassa dello split, nella vaschetta di condensa che, attraverso l’apposito tubicino, la farà confluire all’esterno. Dopo aver sgrassato e pulito ventola, bacinella e batteria, bisogna eseguire lo stesso procedimento per igienizzare, e successivamente sanificare, attraverso due appositi prodotti.

Una volta asciugato, si passa il vapore acqueo ad alte temperature che permette una sanificazione antibatterica profonda.

cosa significa condizionatore inverter

Come Pulire tubo scarico condizionatore?

Come sappiamo, qualsiasi climatizzatore per creare un ambiente confortevole, oltre a ridurre la temperatura, rimuove anche l’umidità eccessiva, espellendo l’acqua condensata in eccesso attraverso un tubo di scarico che viene posizionato all’esterno.

Polvere, residui, accumulo di condensa e muffa sono gli elementi principali che nel tempo si depositano all’interno dello scarico provocando anche delle ostruzioni. Quando questo si verifica, il più delle volte, provoca una perdita d’acqua dal condizionatore che, oltre a sporcare le mura interne, può causare anche danni all’impianto elettrico del climatizzatore. Per evitare che ciò accada, è obbligatorio eseguire una periodica manutenzione completa dell’apparecchio.

Come viene eseguita la pulizia del tubo di scarico?

Innanzi tutto, viene staccata l’alimentazione di corrente per evitare delle tragedie. Successivamente si smonta la cassa esterna con precisione e professionalità al fine di evitare dei danni al climatizzatore.

Si prende un contenitore che sia in grado di accogliere le perdite e si inizia a far passare al suo interno dell’acqua e del detergente. Se ci sono ostruzioni più grandi, occorre rimuoverle facendo passare del fil di ferro da una parte all’altra del tubo oppure utilizzando la pressione di un getto d’acqua o dell’aria.

Per liberare le tubazioni dello scarico condensa ci sono anche appositi prodotti chimici ad azione rapida ed efficace, formulati per rimuovere lo sporco e le ostruzioni dai tubi di scarico condensa degli impianti di climatizzazione. Ovviamente devono essere utilizzati da operatori esperti, che esercitano in sicurezza con specifici dispositivi di protezione individuale.

cosa significa condizionatore inverter

Come pulire il motore esterno del climatizzatore?

La parte esterna del condizionatore è il cuore di un impianto di condizionamento ovvero il motore. Si tratta dell’unità che contiene il compressore e quindi la più importante ma allo stesso tempo la più trascurata.

In linea di massima si dovrebbe pulire il condizionatore esterno ogni sei mesi, o almeno è indispensabile farlo una volta l’anno, prima che entri in funzione per la stagione estiva.

Prima di procedere, il professionista chiamato alla manutenzione toglie l’alimentazione elettrica. Il primo passo è quello di rimuovere tutti i detriti utilizzando un compressore ad aria o acqua. Una volta eliminate le parti ingombranti si procedere a togliere la griglia di protezione per pulire il motore esterno del climatizzatore o i cavi elettrici. Si deve fare molta attenzione a non danneggiare le serpentine e gli altri elementi delicati. Con un’aspirapolvere si pulisce la ventola, e tutto il motore esterno, e con un panno umido si detergono le pale della ventola. Anche nell’unità esterna vengono utilizzati detergenti appositi per una maggiore detersione, igienizzazione e sanificazione.

Se il condizionatore non viene usato per molti mesi ti consigliamo di proteggere il motore esterno dagli agenti atmosferici e dalla sporcizia con un apposito telo corredato di lacci per chiusura e fori anticondensa.

In chiusura vi sconsigliamo vivamente il fai da te, anche per i più esperti. Si tratta di un apparecchio molto delicato che può essere danneggiato irreversibilmente. È sempre meglio affidarsi ad un operatore esterno specializzato, in grado di manovrare prodotti chimici potenzialmente nocivi per l’uomo e fare una pulizia profonda di tutte le parti.

Scegli sempre aziende serie, professionali e ceritficate

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Contattaci

Contattaci senza impegno

Qualsiasi sia la tua esigenza contattaci senza impegno. Sopralluoghi e preventivi sono gratuiti.