fbpx

Accensione caldaia: fatti trovare pronto!

Set 13, 2021 | Blog, Impianti, Manutenzione

Nei primi mesi autunnali la caldaia tornerà a funzionare regolarmente per permettere ai termosifoni di riscaldare l’ambiente e per generare l’acqua calda necessaria all’uso domestico ed all’igiene personale.

Dopo circa un anno di stop, si devono eseguire tutti i passaggi necessari ad una corretta nuova accensione della caldaia. Cosa fare? Ecco qualche consiglio.

accensione caldaia

Accensione caldaia: Guida pratica

Per prima cosa, quando arriva il momento dell’accensione caldaia, non pensare di poter fare tutto da solo. È essenziale ed importante che tu ti rivolga ad una ditta di esperti specializzati in controllo e manutenzione caldaia. Questo atteggiamento, oltre a prolungare la durata di vita del prodotto e le sue performance, è anche un obbligo di legge. In particolare, il D.M. 22 gennaio 2008, n. 37, all’articolo 3 e 4, indica i requisiti tecnico-professionali obbligatori che le ditte devono possedere per operare sulla manutenzione e sull’accensione caldaie.

Fatta questa premessa necessaria, ecco una piccola guida sulle attività che vengono svolte al momento dell’accensione caldaia:

  1. Pulizia della caldaia e di tutti i suoi componenti: Mantenere una caldaia pulita equivale a garantire la sua efficacia e la sicurezza di tutti. L’operazione è delicata e deve essere eseguita da un tecnico apposito. Si tratta di una serie di passaggi che permettono di togliere incrostazioni ed ossidazioni formati da sporcizia e calcare;
  1. Manutenzione della caldaia: per verificare l’efficienza della caldaia. Le esigenze di manutenzione cambiano in base al modello ed alla marca. In generale sono comunque riportate all’interno del libretto d’impianto.
  1. Controllo Fumi Caldaia: durante la fase del controllo fumi, lo specialista addetto verifica l’efficienza ambientale della fase di combustione della caldaia, ovvero la quantità di ossido di carbonio presente nei fumi di espulsione.

 

La caldaia non si accende?

Il rischio maggiore di non effettuare i controlli prima dell’accensione della caldaia, oltre a quello di incorrere a gravi sanzioni, è quello che la caldaia non si accende quando è giunto il momento.

Se questo accade si è costretti a rimanere senza riscaldamento e senza acqua calda.

Escludendo le cause dovute ad un’interruzione dei servizi di fornitura o di mancanza di collegamento elettrico, le motivazioni per cui la caldaia non si accende sono molte. C’è da dire fortunatamente che le moderne caldaie sono molto sicure ed affidabili, entrando in sicurezza non appena notano un’anomalia del sistema.

In tutti i casi, se non si è fatto precedente prima dell’accensione caldaia, è bene chiamare un tecnico che possa risolvere il problema di mancata accensione ed eseguire la manutenzione.

caldaia non si accende

Prima accensione caldaia

La prima accensione caldaia viene eseguita nel momento dell’installazione di una nuova caldaia. In questa occasione è necessario l’intervento di un tecnico qualificato che, oltre a garantire la correttezza del funzionamento, permette di attivare la garanzia.

Prima accensione caldaia a chi spetta? 

Per la prima accensione occorre rivolgersi al centro autorizzato al modello specifico.

Tale professionista può eseguire sia il montaggio che il collaudo, diversamente, qualora la caldaia sia stata già posizionata da un precedente installatore, il soggetto qualificato accerterà il corretto funzionamento, l’esatto collegamento tra l’impianto e l’alimentazione elettrica, l’assenza di perdite, le prese di areazione e le condizioni di sicurezza.

 

Richiedi la manutenzione annuale della tua caldaia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Contattaci

Contattaci senza impegno

Qualsiasi sia la tua esigenza contattaci senza impegno. Sopralluoghi e preventivi sono gratuiti.