fbpx

Climatizzatore senza unità esterna: tipologie, pro e contro

Ago 24, 2021 | Condizionatori

Anche oggi il tema principale del nostro articolo è la climatizzazione, ma non parleremo di un climatizzatore qualsiasi bensì del climatizzatore senza unità esterna. Ci sono diverse tipologie di climatizzatori senza il motore esterno, ognuno di essi ha dei pro e dei contro.

Il climatizzatore senza unità esterna è un modello particolare, di nicchia se vogliamo, di cui non è semplice trovare molte informazioni. Le aziende che producono questi condizionatori senza unità esterna sono veramente poche e per lo più sconosciute, per questo non è semplice avere le informazioni sufficienti per l’acquisto. In questo articolo cerchiamo di capire bene il loro funzionamento e quali sono i vantaggi e gli svantaggi.

climatizzatore senza unità esterna

Climatizzatore senza unità esterna: le tipologie

Diciamoci la verità, il condizionatore tradizionale, quello con il motore esterno, sicuramente al livello estetico incide in maniera importante. Ci possono essere poi alcune zone dove può risultare quasi impossibile installare un un’unità esterna, a causa dei vincoli paesaggistici o strutturali.

In questi casi viene quasi da sé l’obbligo di dover installare un condizionatore senza unità esterna.

Vediamo adesso quali sono le principali tipologie.

VENTILATORE ARIA FREDDA

Sono delle ventole che utilizzano varie metodologie per poter rinfrescare leggermente l’aria. In alcuni modelli devi inserire i panetti di ghiaccio, altri sfruttano l’evaporazione dell’aria, ecc, ma in sostanza sono semplici ventilatori. Il loro costo è contenuto ed il loro valore nella climatizzazione anche.

CONDIZIONATORI PORTATILI

Sono i condizionatori carrellati, chiamati anche spesso “pinguino”. Questi prodotti possiamo definirli a tutti gli effetti climatizzatori, perché hanno un circuito refrigerante all’interno e un compressore, ma hanno grandi limiti, primo fra tutti la rumorosità. Sono prodotti altamente rumorosi che, sotto questo aspetto, possono andar bene finché vengono posti in zona giorno ma se si vogliono utilizzare di notte, in camera da letto, il livello di comfort si riduce drasticamente.

Un altro grande difetto è di per sé il funzionamento stesso. Essendo una pompa di calore aria-aria, si ha bisogno di dissipare il calore all’esterno. I climatizzatori portatili utilizzano per questo processo dei tubi, o delle bocchette, che spesso vengono appoggiati sulle finestre, o posti sotto le tapparelle, lasciando che l’aria esterna entri. Un po’ un controsenso poiché in questo modo continua ad entrare aria caldo-umida andando a vanificare il lavoro dell’apparecchio.

Tra i contro, c’è da dire che sono anche prodotti “scomodi”. Da una parte hai la possibilità di muoverli agevolmente da una stanza all’altra, ma dall’altra devi ogni volta trascinare un prodotto a volte anche pesante e trovare un foro adatto alla fuoriuscita dell’aria. I condizionatori portatili. Possono essere definiti come “prodotti tampone” per riuscire a sopravvivere in un particolare periodo estivo molto caldo ma, finita la stagione, vanno riposti in cantina, in mansarda o in garage per essere ripresi poi l’anno successivo.

climatizzatore senza unità esterna

CLIMATIZZATORI FISSI SENZA UNITÀ ESTERNA

Alziamo la qualità andando a parlare adesso di apparecchi fissi che possono essere definiti a tutti gli effetti “climatizzatori”.

Si tratta di prodotti più performanti ed efficienti, rispetto ai climatizzatori portatili appena descritti. Parliamo di degni sostituti dei climatizzatori classici, per questo necessitano il supporto da parte di un tecnico.

Non possono essere acquistati dall’utente finale in maniera autonoma ma è necessario un professionista che esegua l’installazione. Questo procedimento consiste nell’effettuare due fori, sulla parete che collega l’abitazione all’esterno, abbastanza grandi (16-20 cm di diametro), necessari per far funzionare la macchina. La macchina aspira aria dall’esterno, tramite il primo foro, cede calore o frescura all’interno dell’ambiente e ri-espelle l’aria attraverso la seconda bocchetta.

L’aria esterna non entra mai in contatto con quella dell’ambiente e questo consente di avere un processo fluido e funzionale. Questi prodotti però sono generalmente molto più rumorosi rispetto ad un climatizzatore tradizionale poiché tutta la tecnologia che nei climatizzatori tradizionali solitamente è posta all’esterno dell’abitazione, deve essere compressa ed inserita nella macchina interna. Questo modello di climatizzazione ha un unico corpo all’interno del quale è presente l’unità condensante e l’unita evaporante, ovvero il motore e lo split, che sono accorpati insieme.

Il costo di acquisto è notevolmente più alto, se confrontato con quello di uno split tradizionale. Questo è un grande svantaggio poiché è parità di condizioni, ma anche nel caso di prestazioni minori, i climatizzatori fissi senza unità esterna costano notevolmente di più.

Queste macchine devono essere necessariamente installate all’interno di mura perimetrali poiché è essenziale che i due fori siano a contatto con l’aria esterna. Certamente trovare mura perimetrali libere che permettano l’installazione di questa macchina “ingombrante” non è una cosa semplice e comoda. Inoltre, come accade con i classici split, per avere la temperatura ottimale devo posizionare la macchina all’interno di ogni stanza, quindi le mura perimetrali “sgombere” devono essere trovate e sacrificate in ogni stanza. Per ultimo, i climatizzatori senza unità esterna vanno posizionati in basso, all’altezza di un classico termosifone, differentemente da quanto accade con lo split che viene istallato in alto occupando meno spazio.

CLIMATIZZATORI SENZA UNITÀ ESTERNA CON SPLIT

Si tratta del perfetto mix tra climatizzatori tradizionali e climatizzatori senza unità esterna.

Prevedono l’istallazione di un macchinario che ha lo stesso funzionamento dei climatizzatori fissi senza unità esterna appena descritti, ovvero si inserisce il macchinario in modo discreto all’interno dell’edificio, esternamente sono visibili solo delle piccole griglie di 20 centimetri di diametro. L’unità centrale può essere installata anche in stanze secondarie (come ad esempio uno sgabuzzino, una cantina, ecc), questa viene collegata al resto della casa attraverso split interni tramite un circuito refrigerante.

Con una sola macchina, quindi con un unico motore, che necessita soltanto di due fori esterni, si può andare a rinfrescare tutta la casa.

Sono apparecchi non ancora molto diffusi sul mercato e i produttori sono pochi, questo è uno svantaggio.

CLIMATIZZATORE AD ACQUA IDRA

L’ultima opzione rientra all’interno della categoria dei motocondensanti ad acqua.

Il funzionamento è simile alla tipologia di climatizzatori appena descritti qui sopra ma, invece di dissipare il calore all’esterno attraverso dei condotti d’aria, realizzati forando una parete perimetrale, disperdono il calore all’interno di un circuito d’acqua, per questo necessitano di un attacco all’acqua. Sono prodotti ancora più di nicchia che vanno bene solo in rare occasioni.

Climatizzazione senza unità esterna: opinioni

Per concludere, quando si parla di climatizzazione, la scelta ideale dal punto di vista del prezzo, delle prestazioni e dei risultati, in termini di efficienza, risulta essere certamente quella dell’impiego di un condizionatore fisso, ovvero un impianto di climatizzazione con motore esterno e split. Ci sono tuttavia dei casi in cui per diverse ragioni (complesso condominiale che non consente di agire in tale direzione, vincoli paesaggistici e di decoro architettonico, difficoltà ad accedere alla parte esterna, ecc) tale tipo di impianto non può essere installato.

In questi casi si può procedere in due modi: impiego di un condizionatore portatile oppure impiego di un condizionatore senza unità esterna, anche se, come abbiamo visto, ci sono alcuni contro.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Per una climatizzazione efficiente ed efficace, affidati solo ad aziende esperte e di fiducia!

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Contattaci

Contattaci senza impegno

Qualsiasi sia la tua esigenza contattaci senza impegno. Sopralluoghi e preventivi sono gratuiti.