fbpx

Detrazioni condizionatori senza ristrutturazione: si possono chiedere gli incentivi?

Nov 13, 2020 | Condizionatori

Non sempre chi vuole installare un nuovo condizionatore si trova nella condizione di ristrutturazione del proprio appartamento. A volte il climatizzatore non sostituisce nessun altro apparecchio vecchio e non rimpiazza un altro sistema di riscaldamento. Detrazioni condizionatori senza ristrutturazione sono possibili? Esiste la possibilità di usufruire di qualche incentivo fiscale senza dover aprire una ristrutturazione edilizia?

Calcare nella caldaia e nei tubi dell'impianto

Detrazioni condizionatore: quando si possono richiedere?

Iniziamo subito rispondendo alla domanda posta nelle righe iniziali dicendo di si. Quando si acquista un nuovo climatizzatore ad alta efficienza, anche se non è in corso una ristrutturazione e non viene dismesso un vecchio impianto termico, si ha diritto ad una detrazione del 50%. 

Anche se non si stanno svolgendo opere edilizie vere e proprie, l’installazione di un climatizzatore ad alta classe energetica rientra nella categoria “ristrutturazione per risparmio energetico”, e da diritto alla detrazione.

Ricapitolando, il bonus condizionatore per nuove installazioni può essere così diviso:

  • bonus condizionatore senza ristrutturazione: Installando un nuovo condizionatore a pompa di calore ad alta efficienza A+, si ha diritto ad una detrazione del 50%;
  • bonus condizionatore con ristrutturazione: Agevolazione IRPEF del 50% per condizionatori (o qualsiasi altro elettrodomestico) con classe energetica superiore (A+).

Sostituzione Condizionatore: Detrazioni fiscali condizionatori

Nel caso in cui l’acquisto del nuovo condizionatore ad alta efficienza va a sostituire un vecchio climatizzatore, si può usufruire del bonus climatizzatori per risparmio energetico che consiste in una detrazione del 65%. Questo se non si stanno facendo altre opere di ristrutturazione. La richiesta può essere presentata: per abitazioni private, per gli uffici, per negozi commerciali.

 

Se la sostituzione ricade all’interno di altre opere di ristrutturazione edilizia, la detrazione è del 50%. L’apparecchio può non avere un’efficienza A+ ma deve comunque contribuire ad un miglioramento del risparmio energetico. A questa detrazione si aggiunge la possibilità di avere l’Iva agevolata la 10%.

Addolcitore d'acqua

Come ottenere la detrazione fiscale sull’acquisto del condizionatore?

L’acquisto deve essere effettuato entro il 31 Dicembre 2020, dopodiché:

  • Tracciatura del pagamento, devi pagare con un bonifico bancario e indicare tutti i dati:
    • Nome e partita iva dell’azienda verso cui si effettua il bonifico,
    • Riferimento all’art16-bis del Dpr 917/1986,
    • codice fiscale,
    • numero e data della fattura.
  • Comunicazione ENEA: devi richiedere il bonus sul portale ENEA oppure ricevere una nostra consulenza;
  • Tieni traccia di tutti i documenti utilizzati per la richiesta e il pagamento;
  • Inserisci la spesa nel modello unico o 730 al momento della dichiarazione dei redditi.

 

Se ti trovi nella situazione in cui stai sostituendo un impianto esistente, per ottenere il 65% di detrazione devi rivolgerti ad un professionista abilitato dall’Enea che andrà a compilare la pratica di sostituzione. Importante è l’onesta del venditore perché non tutti i marchi danno diritto al 65%, chiedere al rivenditore se il condizionatore acquistato da diritto alla detrazione per risparmio energetico. 

ACQUISTA UN NUOVO CONDIZIONATORE ED USUFRUISCI DELLE DETRAZIONI FISCALI

Contattaci

Contattaci senza impegno

Qualsiasi sia la tua esigenza contattaci senza impegno. Sopralluoghi e preventivi sono gratuiti.