fbpx

Quale è la temperatura ideale in casa in inverno?

Gen 28, 2020 | Consigli

Qual è il livello di temperatura ideale in casa per garantire il comfort termico, ottenere risparmi energetici, ridurre la bolletta energetica e limitare l’impatto sull’ambiente?

Il concetto di comfort termico è difficile da definire, varia in base alla sensibilità dell’occupante (età, stato di salute) ma anche da criteri socio-culturali (la zona di comfort non sarà la stessa per un italiano o un norvegese).
La temperatura dell’ambiente è un criterio essenziale per identificare il comfort termico, ma non è l’unico. Il livello di isolamento , la temperatura delle pareti, la circolazione dell’aria o il tasso di umidità influenzano molto la sensazione di benessere.

temperatura ideale in casa

Quali sono le temperature consigliate per ogni stanza?

Cercando di conciliare il comfort termico e la riduzione dei costi energetici, individuiamo per ogni stanza di una casa o di un appartamento le temperature ideali.
Una temperatura di 19 ° C è adatta per le zone giorno come il soggiorno, la sala da pranzo o la cucina.
Per le camere, la temperatura ideale per dormire è tra i 16° e i 17°C. Sotto il piumone, il riscaldamento non è un obbligo, anzi troppo calore può influire sulla qualità del sonno. Considera però due gradi in più nella stanza di un bambino.
L’ingresso, il bagno e i corridoi possono essere riscaldati a 17°C. Per risparmiare sulla bolletta energetica, sono sufficienti 14°C per stanze non occupate come un ripostiglio e si ritengono giusti dai 12 a 14°C in assenza da casa di più di 24 ore.
Per il bagno, tradizionalmente la stanza più riscaldata, una temperatura compresa tra 19 e 22°C fornirà il comfort necessario. Per riassumere brevemente i nostri consigli:

  • soggiorno – sala da pranzo – soggiorno: 18°C;
  • camere: 16°C;
  • bagno: 22°C;
  • ingresso, corridoi: 17°C;
  • zona notte o assenza durante il giorno: 16°C;
  • stanze non occupate o assenza di più di 24 ore: 12/14°C.

Programma e regola le giuste temperature

Per regolare il calore in ogni stanza al livello più vicino, puoi installare un termostato e equipaggiare i tuoi radiatori con le valvole termostatiche .

Grazie a un programmatore , puoi abbassare la temperatura quando sei assente. Il riscaldamento verrà poi riavviato automaticamente qualche tempo prima del tuo ritorno in modo che la temperatura dell’ambiente ritorni al livello desiderato.
Con un programmatore, è anche possibile decidere di riscaldare la stanza di qualche grado prima di coricarsi o prima che ci si alzi.
Le valvole termostatiche invece ti consentono di cambiare la temperatura in ogni stanza in base ai consigli sopra elencati oppure per soddisfare le esigenze di tutti gli inquilini.

programmare le temperature

Quale temperatura ideale nel caso ci sia un bambino?

Si consiglia di riscaldare la casa tra i 19 e 22° C in inverno, e non più caldo, anche se si ha un bambino o un neonato. In effetti, un bambino non dovrebbe prendere il raffreddore a causa delle temperature rigide in casa, ma non dovrebbe nemmeno ammalarsi a causa del troppo caldo. I due estremi possono davvero essere dannosi per la salute. L’aria interna dovrebbe essere piuttosto umida, tra il 40 e il 60% perché l’aria secca può irritare le vie respiratorie e le mucose nasali.

Per il tuo bambino, puoi installare un umidificatore 2 ore prima di metterlo a letto in modo da facilitare la sua respirazione. Attenzione però anche a dove si trova il letto del bambino,
non deve essere messo vicino alle fonti di calore come un radiatore o dove ci sono forti correnti d’aria come finestre o i sistemi di ventilazione. Inoltre, favorisci la libera circolazione dell’aria attorno al letto e libera gli elementi che possono interferire con la respirazione del bambino: peluche, paraurti del letto, ecc.

Quando si deve fare il bagnetto è consigliabile riscaldare il bagno un pò di più rispetto alle altre stanze. La temperatura del bagno dovrebbe aggirarsi intorno ai 22° C. Un’acqua sui 36-37° C è sufficiente, si può utilizzare un termometro da bagno per trovare la temperatura ideale. Dopo il bagno è anche consigliabile asciugare e vestire il bambino in questa stanza riscaldata per evitare sbalzi di temperatura.

La sensazione di freddo a volte è indipendente dalla temperatura

La sensazione di freddo a volte non dipende solo dalla temperatura, puoi avere freddo anche in una stanza riscaldata a più di 20° C.

La condizione di salute, l’abbigliamento, l’attività, la circolazione dell’aria e dell’umidità, ma anche il cibo che si mangiano possono incidere significativamente sul freddo.

Se le pareti sono fredde e la sistemazione è scarsamente isolata, la sensazione di freddo è molto più elevata nonostante la temperatura emessa dai radiatori. Un buon motivo per isolare bene!

Vantaggi acquisto caldaia Ariston 24 kw

Contattaci

Contattaci senza impegno

Qualsiasi sia la tua esigenza contattaci senza impegno. Sopralluoghi e preventivi sono gratuiti.